I Love Sushi

Non è sicuramente un segreto per chi ci segue, il fatto che amiamo tutti i tipi di cucina. La Cocina de Villanova infatti nasce con la rassegna “I Love Tapas” nell’Aprile del 2014 e da allora abbiamo preparato tantissime ricette di tapas, dalle più classiche alle più moderne. Nel frattempo ci sono state anche altre sperimentazioni in collaborazione con Nyamnyam Time con le ricette di “I Love Asian Tapas” e dopo il nostro viaggio in California anche le ricette della cucina messicana con “I Love Tacos”.

A fine estate, Clara Sanna, amica de La Cocina e parte del team da quando abbiamo creato questo blog, ci ha proposto di fare un’evento per mostrare come preparare il sushi in casa, ricetta che lei prepara sempre con grande piacere di tutti i suoi ospiti, e noi che amiamo le collaborazioni, non ci abbiamo pensato un secondo e abbiamo accettato la sfida!

Dall’unione della sua passione per il sushi e del nostro amore per le tapas è quindi nata la rassegna “I Love Sushi”; ed è stato un successo perchè dopo appena qualche ora dalla comunicazione in rete di questo nuovo evento, avevamo 3 serate in overbooking nella nostra cucina!

Sono state tre serate bellissime con tantissimi nuovi amici e ci siamo divertiti moltissimo scoprendo come è semplice preparare il sushi in casa, soprattutto se si fa in gruppo!

Per le nostre ricette di sushi casalingo abbiamo usato gli ingredienti più classici, come salmone, tonno fresco, avocado e crema di formaggio tipo philadelphia per creare maki semplici e i conosciuti californian rolls! Però come ben sapete al team de La Cocina de Villanova ci piace sperimentare, così abbiamo creato dei nuovi maki, uramaki e nigiri unendo i sapori nipponici con quelli mediterrranei. In questo blog vi proponiamo alcune delle ricette che abbiamo pensato insieme a Clara per le nostre serate di “I Love Sushi” vista la quantità e la qualità dei prodotti che troviamo nei nostri mercati e dobbiamo dire che le nostre ricette sono state un successone!

Ma andiamo passo a passo con gli ingredienti.

Il pesce: Come sappiamo bene, bisogna fare attenzione con il pesce crudo perchè il rischio dell’anisaki è alto nei nostri mari e quindi anche se il pesce è freschissimo, conviene prendere delle precauzioni. L’anisaki infatti bisogna abbatterlo congelando il pesce a -20 ºC per almeno 24 ore, in un freezer normale conviene lasciarlo almeno per 7 giorni. Ecco alcune informazioni e consigli su come procedere.

Noi abbiamo comprato del filetto di tonno e salmone al Mercato di San Benedetto e subito dopo l’abbiamo tagliato, sfilettato liberandolo dalle spine e congelato per sette giorni, per poi scongelarlo il giorno stesso degli incontri.

Il riso: Clara ci ha spiegato che per fare il sushi casalingo lei usa riso a chicco corto, quello per le minestre, perchè dopo averne provato tanti tipi diversi alla fine si trova benissimo con quello. Lo lava bene dall’amido fino a che l’acqua non rimane completamente chiara e il riso è bianco. In una pentola versa due parti di riso e tre di acqua (per esempio 500g di riso + 750 ml d’acqua) e poco sale. Sempre col coperchio accende il fuoco medio basso e lascia andare per 15 minuti. Trascorsi questi controlla che l’acqua si sia del tutto assorbita, altrimenti copre e lascia ancora fino a che rimane soltanto il riso. Lo lascia altri 15 minuti a fuoco spento col coperchio. Finito questo processo trasferisce il riso in una ciotola dove aggiunge l’aceto di riso o preparato per sushi (250 ml per le quantità sopra indicate) e mischia delicatamente, sventolando per sfreddare il riso. Una volta tiepido/freddo il riso è pronto da usare. Clara ci ricorda che bisogna usarlo subito dopo che lo prepariamo.

Aceto di riso, zucchero e mirin o preparato per sushi: Quando il riso è cotto bisogna aggiugnere la marinatura, che lo rende così morbido e profumato, gli ingredienti sono: aceto di riso, mirin (sake giapponese) e zucchero, in alternativa si trovano già dei preparati della Kikoman, che sono davvero comodi. Basta seguire le istruzioni e avremo un riso perfetto.

Le alghe nori: Le alghe nori che si usano per preparare il sushi si trovano facilmente in tutti i supermercati e sono già pronte per preparare i nostri roll.

Una volta che abbiamo tutti i nostri ingredienti dobbiamo solo essere pronti a divertirci e sperimentare. Ecco alcuni dei migliori consigli per elaborare dei fantastici roll.

divider

Fino a qua sarebbe il solito post di tanti blog per fare sushi, però il Team de La Cocina de Villanova (Maria e Clara in questo caso, col sostegno e l’appetito della nostra amica Maddalena, che ha fatto da l’assaggiatrice ufficiale) abbiamo pensato vari abbinamenti per i nostri speciali Spanish e Sardinian Sushi, ed eccoli qua:

Gli Spanish Nigiri o Nigiri Cañí

Il Nigiri è una pallina di riso, ricoperta da un taglio speciale di pesce crudo o marinato. Il Nigiri Gunkan è quando il nigiri viene avvolto da una striscia di alga nori. Noi in questo caso facciamo il nostro Spanish nigiri o nigiri cañí.

img_20161130_151752

Nigiri Gunkan con pimientos del padrón e jamón croccante con salsa Hoisin (salsa orientale di ciligie che noi adoriamo e facilmente reperibile nei supermercati asiatici). Spennellare il Jamón (prosciutto crudo spagnolo) con un po’ di salsa e mettere in forno, fino a che non diventi croccante e lucido. Cuocere i pimientos del padrón o friggitelli. Adagiare un po’ di prosciutto croccante con un pimiento sopra una pallina di riso ben compatta e legare una striscia sottile di alga nori.

img_20161130_151521

Nigiri de Huevos fritos con jamón. Preparare il Jamón con la stessa procedura di prima, friggere le uova di quaglia e sistemare sopra la pallina di riso, una spruzzata di scaglie affumicate di paprika agrodolce La Chinata e diventano ancora più sfiziosi!

Sardinian Sushi

Per quanto riguarda le nostre ricette di Sushi con prodotti sardi, abbiamo provato tante ricette, alcune ben riuscite altre un pò meno, ma sicuramente tra le ricette vincenti c’era il maki con salmone e fichi e l’uramaki con bottarga. Sono passati un po’ di mesi e la stagione dei fichi è passata così vi proponiamo due ricette.

img_20161130_160255

Uramaki di Pomodori secchi, crema di acciughe e bottarga grattugiata. L’Uramaki è il nome che prende il maki (riso avvolto nell’alga nori e ripieno) quando si fa al contrario, col riso fuori. Per preparare il nostro abbiamo mischiato pasta di acciughe con crema di formaggio leggero tipo philadelphia e tagliato a strisce il pomodoro secco. Abbiamo sistemato il riso sull’alga nori, come nel video e poi lo abbiamo girato lasciando il riso fuori e l’alga dentro. Abbiamo farcito con la pasta di acciughe e il pomodoro secco e chiuso con l’auto del tappettino in bambú ricoperto di film trasparente. Una volta chiuso lo abbiamo ricoperto di bottarga grattugiata. Un vero spettacolo!

img_20161130_151905

Gunkan con scaglie di bottarga e crema di formaggio con scorza di arance. Gungkan in giapponese significa nave da guerra, questo tipo di sushi infatti prende il nome della sua forma. Per prepararlo bisogna fare una pallina di riso come per i nigiri e tagliare l’alga nori che servirà per ricoprirlo. Solitamente si riempiono con le uova di salmone, e noi abbiamo voluto farlo con le uova di muggine, niente meno che scaglie di bottarga. Per alleggerire il sapore abbiamo mischiato crema di formaggio del tipo philadelphia con scaglie di arancia che insieme alla bottarga crea un sapore da dieci e lode!

Come vi sono sembrati questi abbinamenti? Siamo sicuri che ve ne saranno venuti in mente tantissimi. anche con Clara abbiamo tante idee e magari pensiamo a nuovi eventi di “I Love Sushi” a Cagliari per il prossimo anno 😉

Il team de La Cocina de Villanova – Clara & Maria

divider

RICEVI LE NOTIFICHE DEI NOSTRI POST. ISCRIVITI QUI

Leave a Reply